HOME

 
     
 

Certottica prima realtà bellunese finanziata nel bando per le aggregazioni di impresa

L’istituto di Longarone, in sinergia con l’occhialeria Hapter di Belluno e il laboratorio artigianale Officina 3 di Padova, condurrà uno studio sull’accoppiamento tra acciaio e tessuto nell’occhiale

E’ di Certottica il primo progetto bellunese ad aggiudicarsi il finanziamento del bando regionale a “sportello” (L.R. 30 maggio 2014, nr. 13) nato dalla revisione dei Distretti Industriali e destinato a favorire le aggregazioni di impresa. Il laboratorio di Longarone si è aggiudicato il contributo di oltre 110milia euro come capofila del progetto “Accoppiamento tra acciaio e tessuto nell’occhiale” che coinvolgerà il talento innovativo della Hapter di Belluno e l’arte sartoriale dell’Officina 3 di Padova. Con un tempo di 7 secondi per la presentazione della domanda, Certottica si è classificata tra i primi beneficiari del bando destinato a favorire, tramite l’aggregazione, la competitività sul mercato, grazie alla razionalizzazione dei costi, all’unione delle capacità, e allo scambio di conoscenze e competenze funzionali alla ricerca e all’innovazione sia di prodotto che di processo. Ed è proprio quanto si prefigge il progetto, che scinde il know-how delle tre realtà per raggiungere uno scopo univoco. Hapter, start up fondata nel gennaio 2013 da due giovani bellunesi, è responsabile dell’ideazione, design, progettazione e distribuzione di un occhiale ad alto grado di innovazione, costituito dall’accoppiamento tra acciaio e tessuto. Officina 3, laboratorio nato per la produzione di accessori, svolge la delicata fase di taglio e accoppiamento. Lo scopo del progetto è proprio quello di migliorare il prodotto per permetterne uno sviluppo ulteriore. Certottica, grazie all’esperienza e alle dotazioni per le tecniche al plasma e ai laboratori per i test di invecchiamento, corrosione e misura dei parametri delle superfici, è il terzo attore necessario a studiare e a dare soluzione al problema. La sinergia tra le tre realtà consentirà di aumentare l’affidabilità e creare le basi tecnico-scientifiche per l’accoppiamento di altri materiali.

Leave a Reply