In partenza a breve il percorso rivolto agli inoccupati che desiderino apprendere un lavoro tradizionale, artistico e creativo.

Il progetto forma l’artista/artigiano del legno nell’era digitale, una professione tradizionale “in trasformazione” dove si richiede – oltre al saper fare, a competenze tecniche, gestionali, relazionali – anche l’uso di tecnologie digitali, di canali di promozione e comunicazione social e web.

Di seguito,il link per scaricare il volantino con la descrizione delle tematiche formative e i requisiti minimi per l'adesione.

Scarica il volantino



Feltre, 1 dicembre 2017 – Partner riuniti a Feltre per presentare a pubblico e stampa i progressi del progetto “IDEE” “Network di ricerca transfrontaliero per la progettazione Integrata Di sistemi Energetici Efficienti in aree urbane”, co-finanziato dal Programma Interreg V-A Italia Austria 2014-2020 (ITAT 1007 – CUP: B52C16000620004), ed è la naturale prosecuzione del progetto “Urban Energy Web”, a suo tempo realizzato in collaborazione con la Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura in Provincia di Belluno.

L'8 e il 9 novembre lo staff dell'area formazione di Certottica sarà presente alla fiera di Pordenone "Punto d'Incontro" appuntamento dedicato al Lavoro, alla Formazione e all'Orientamento, dove verrà presentato l'ITS Design e Tecnica dell'Occhiale, percorso altamente professionalizzante promosso in collaborazione con COSMO.
Vi invitiamo a visualizzare il nuovo video di presentazione!
silmo
silmo 2017

Anche quest’anno Certottica sarà presente a SILMO, l’appuntamento con il business dell’ottica e dell’occhialeria che avrà luogo a Parigi, dal 6 al 9 ottobre 2017. Ci potrete trovare allo stand MIDO Hall 6 C099.
Per fissare un appuntamento è possibile inviare un'e-mail a Tiziana Gabas all’indirizzo tiziana.gabas[@]certottica.it

REGIONE DEL VENETOLa Giunta regionale del Veneto ha approvato e pubblicato il nuovo bando per il sostegno a progetti di ricerca che prevedono l’impiego di ricercatori (in particolare dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico scientifici).
Complessivamente sono stati messi a disposizione 3 milioni di euro per interventi che devono necessariamente essere realizzati sul territorio regionale.
I ricercatori dovranno essere impiegati nelle seguenti tipologie progettuali:
a) Ricerca industriale;
b) Sviluppo sperimentale;
c) Innovazione di processo e/o innovazione dell’organizzazione.